LE BIRRE ARTIGIANALI ______________________________________
Acqua, malti d’orzo, luppolo, lievito e, in alcuni casi, spezie.
Sono questi gli ingredienti, semplici e naturali, per la produzione di birre artigianali.
Una vera e propria arte, quella brassicola, che si compone di fasi laboriose e svolte quasi interamente a mano.
Si comincia con l’ammostamento, in cui si disciolgono gli zuccheri dei malti in acqua calda, la cui temperatura varia secondo lo stile di birra che si vuole ottenere.
Quando ormai tutti gli zuccheri sono disciolti si passa alla filtrazione naturale del mosto, facendolo scorrere lentamente tra le trebbie del malto, che trattenendo le eventuali farine ed impurità, rilasciano lentamente un mosto limpido e dolcissimo.
Al mosto così ottenuto, prima di portarlo all’ebollizione, vengono aggiunti i fiori di diverse varietà di luppolo, pianta rampicante con qualità amaricanti, conservanti ed aromatiche. Il processo completo richiede una giornata di lavoro.
Al termine si procede ad un rapido raffreddamento e all’inoculo dei lieviti selezionati, organismi unicellulari che riescono a trasformare gli zuccheri in alcol, anidride carbonica e particolari esteri e sentori che sono poi la caratteristica delle birre artigianali.
La differenza tra queste ultime e le cosiddette “industriali” risiede nel fatto che non sono né pastorizzate, quindi un prodotto “vivo” grazie al continuo lavoro dei lieviti, né filtrate meccanicamente, così da mantenere inalterate le proprietà organolettiche, nè additate con conservanti.
Le birre artigianali vengono prodotte in quantitativi limitati, con una grandissima attenzione alla ricerca e alla scelta delle materie prime.
Inoltre una birra non artigianale è pronta per la vendita in pochi giorni, mentre una artigianale richiede almeno 45 giorni tra fermentazione e rifermentazione naturale in bottiglia, senza contare che ci sono anche particolari birre che necessitano di anni di pazienza e di lavoro prima di poter esse degustate.
Ma l’attesa è ripagata dalla piacevolezza e dalla complessità olfattiva e gustativa che il prodotto è in grado di regalarci.
L’EVENTO ________________________________________________
Dal 10 al 12 dicembre, Sorrento ospita la prima edizione di “Birra Felix. Le Giornate delle Birre Artigianali”.
L’iniziativa è promossa dall’associazione Slow Sud e dal Birrificio Sorrento e si svolgerà nell’area del Kontatto Cafè di Sorrento, in piazza Angelina Lauro.
Sarà l’occasione per il grande pubblico di avvicinarsi ad un mondo, quello dell’arte brassicola, che registra una forte crescita di appassionati anche nel nostro Paese.
Ospiti dell’edizione 2010 saranno microbirrifici della Campania e del Lazio.
ll programma della tre giorni, patrocinata dalla Provincia di Napoli e dal Comune di Sorrento, prevede: degustazioni di circa venti birre, di prodotti tipici – dal provolone del monaco dop del caseificio Apreda alla porchetta, all’olio extravergine di oliva penisola sorrentina dop del Consorzio di tutela – e di dolci creati da Antonio CafieroLuciano Russo e Gennaro Prisco, laboratori del gusto condotti da Lorenzo Dabove, in arte Kuaska, uno dei maggiori esperti internazionali di birre artigianali e da Gianluca Polini, docente Slow Food, con la partecipazione di rappresentanti dell’Ais, l’Associazione italiana sommelier.
In calendario anche: una tavola rotonda dal titolo “Birre artigianali, mondo in fermento” alla quale prenderanno parte, tra gli altri, lo chef pluristellato Gennaro Esposito, patron della Torre del Saracino, una cotta pubblica, curata da Marco Maietta dell’associazione “Birrando…si impara” che offrirà a tutti l’occasione di vedere da vicino il processo di produzione delle birre, e un corso gratuito di spillatura tenuto da Ugo Torre della Birreria Babette.
Molti gli ospiti confermati, tra i quali Leonardo Di Vincenzo, di Birra del Borgo, uno dei più apprezzati birrai italiani.
Birra Felix è patrocinata dalla Provincia di Napoli e dal Comune di Sorrento.
IL PROGRAMMA  ________________________________________
Venerdì 10 dicembre

ore 11.00 Tavola Rotonda “Birre artigianali, mondo in fermento”. Partecipano Gennaro Esposito, chef e patron della Torre del Saracino, Rita Abagnale, consigliere nazionale Slow Food, Lorenzo Dabove, esperto di birre artigianali, Lavinia Castellano, nutrizionista, Ugo Torre, presidente del settore birrerie dell’Ascom-Fipe di Napoli, Giuseppe Schisano, del Birrificio Sorrento e Tullio Esposito, presidente del Consorzio olio extravergine di oliva penisola sorrentina Dop,  che sarà presente con uno stand presso il quale avere informazioni su questo straordinario protagonista del distretto agroalimentare della costiera sorrentina. Modera Luigi D’Alise, presidente dell’associazione Slow Sud.
ore 12.00 Apertura Stand
ore 15.00 Laboratorio di degustazione
ore 18.00 Laboratorio di degustazione
Sabato 11 dicembre
ore 11.00 Apertura Stand
ore 15.00 Laboratorio di degustazione
ore 18.00 Laboratorio di degustazione
Domenica 12 dicembre
ore 9.30 Cotta Pubblica
ore 11.00 Apertura Stand
ore 11.00 Corso di Spillatura (gratuito)
COME FUNZIONA BIRRA FELIX __________________________________
All’ingresso della location troverete la cassa dove sarà possibile acquistare ticket da € 2,00 che costituiranno “la moneta interna della manifestazione”:
n°1 ticket = una degustazione di Birra Artigianale
n°2 tickets = il piatto salato (Provolone del Monaco Dop, Porchetta e pane con olio extravergine di oliva penisola sorrentina dop)
n°2 tickets = il piatto dolce (struffoli al limone di Antonio Cafiero, panettone alle noci di Luciano Russo e muffin al luppolo di Gennaro Prisco)
Acquistati i tickets troverete 8 postazioni di mescita dove le birre (tra le 15 e le 20 tipologie diverse) vi saranno servite, alla spina e/o in bottiglia, direttamente dai birrai che vi illustreranno le loro creazioni, vi spiegheranno lo stile di riferimento e saranno disponibili a rispondere alle vostre domande. Troverete, inoltre, le postazioni dove si serviranno le eccellenze gastronomiche, i dolci e il Corner Shop dove potrete acquistare le bottiglie delle birre che più vi sono piaciute o quelle che non siete riusciti a degustare. Potrebbe essere un’ottima e originale idea regalo per Natale.
I LABORATORI DEL GUSTO _______________________
Vi saranno servite, da un addetto Ais e in bicchiere da degustazione teku in vetro, 5 o 6 birre, alcune delle quali esclusivamente servite nei laboratori ed altre addirittura servite in anteprima assoluta. Kuaska e Polini spiegheranno, in italiano, inglese e francese, in modo semplice e divertente, cos’è una birra artigianale e come si degusta e forniranno gli strumenti base per approcciare nel giusto modo questo mondo.
Per partecipare ad uno dei quattro laboratori del gusto, inviare una e-mail a info@birrificiosorrento.com, specificando numero dei partecipanti, giorno ed orario scelto tra i seguenti:
Venerdì 10 dicembre – ore 15
Venerdì 10 dicembre – ore 18
Sabato 11 dicembre – ore 15
Sabato 11 dicembre – ore 18
I laboratori – per i quali è previsto un contributo di partecipazione di € 15,00 – sono a cura di Lorenzo Dabove e Gianluca Polini.
LE BIRRE DEI LABORATORI _____________________
Minerva (Birrificio Sorrento): Inedita. Ale 6,0 % Vol, Ambrata corpo medio e luppolatura tipica delle  Ale Inglesi che conferiscono un caratteristico sentore di erbaceo e fieno arricchite da una nota agrumata delle bucce di arance di Sorrento.
Mirone (Birrificio Sorrento): Inedita. Barriquata 10 mesi 6,5% Vol.  maturata in barique di Rovere Francese di primo passaggio che le ha donato un morbidissimo “legno” al naso e al palato, senza stravolgere il gusto della Birra. Quando l’ossidazione diventa una virtù.
St. Mary (Birrificio B1080):Solo nel Laboratori delle ore 15 Pale Ale 5,5% Vol. Chiara caratterizzata da cascade contrastato dal dolce dei malti Pils e Carahell.
Old Castle (Birrificio B1080):Solo nel Lab. delle ore 15 Dark Ale 6% Vol. ambrata dalla persistenza amarostica conferita dalla tostatura dei quattro malti utilizzati.
Gold Ale (Il Chiostro): Ale 5,5% Vol. Chiara con lieviti Lager usati però a temperature tipiche dell’alta fermentazione.
Once Upon a Time (Il Chiostro): Birra Scura 13% Vol. ottimo corpo, ottima struttura nonostante sia brassata solo con malti caratterizzanti incredibilmente senza malti base. Molto particolare.
Roxy (Karma): Versione inedita. Bitter 6% Vol. ispirata dalla nascita della figlia Rossella è una Birra prodotti con ingredienti di colore Rosa: dal pepe rosa ai boccioli di rosa.
Radica (Karma):Versione inedita. Ale 5,5% Vol. caratterizzata da un blend di radici di genziana, liquirizia e zenzero ma i sentori erbacei dei luppoli e delle spezie restano in primo piano
Oro di Napoli (Maneba): Blond Ale 4,8%Vol Chiara amara, fresca e dissetante.
Vesuvia (Maneba): Ale Belga 7,2% Vol. Ambrata con una leggera nota di coriandolo.
286 Gold(Medatus): Belgian Speciality Ale 5,1% Vol Chiara fruttata dove le note del luppolo sono bilanciate dal dolce del malto.
WineBeer Fifty (Medatus): Chiara 6% Vol prodotta con mosto di moscato e leggermente speziata.
Marzen (Saint Jonh’s bier): Marzen 5,2% Vol. Ambrata ispirata all’omonimo stile tedesco dove il caramello del malto la fa da padrone. L’unica a Birra Felix prodotta a bassa fermentazione.
Dark Ale (Saint Jonh’s bier): Strong Ale 7,5% Vol. scura ottenuta da un lievito molto caratterizzante, che le conferisce sentori di  frutta secca, e da malti tostati. Birra di buon corpo con sentori speziati e tostati.
Sfumatura (Turan): Imperial Stout 7,2% Vol. colore nero caratterizzato da aromi di malto torrefatto e da fini note affumicate, seguite da frutta secca, in particolare nocciola tostata.
Ultrasonica (Turan):  Ale 6,6% Vol. dorata e ultralluppolata
Re Ale (Birra del Borgo): American Pale Ale 6,4% Vol. Ambrata ispirata alle India Pale Ale ma con una maggior luppolatura utilizzando luppoli americani. Bassa carbonazione, buon corpo e finale amro intenso e persistente.
Duchessa (Birra del Borgo):Saison 6,2% Vol Chiara prodotta con il farro coltivato nel parco regionale della Duchessa che le conferisce lieve acidità. I luppoli donano al naso sentori fruttati e floreali.
BirraFelix (Birrificio Sorrento&Karma): Inedita. Chiara 8% Vol. pensata per la manifestazione è nata dalla collaborazione del Birrificio Sorrento e del Birrificio Karma . Prodotta con un particolare metodo di luppolatura (luppolatura continua) presenta all’olfatto un intenso sentore di frutta esotica matura.
Carminia (Karma): India Pale Ale 4,6% Vol. Ambrata molto luppolata in amaro e in aroma, grazie all’utilizzo intenso di cinque differenti tipi di luppolo provenienti da Europa e America.
I birrai potrebbero ritenere non perfettamente in forma le birre scelte per i laboratori, in tal caso saranno sostituite con quelle presenti nelle postazioni di mescita o altre a loro discrezione.
Per ogni laboratorio saranno sempre presenti 5 Birre.
Nell’ambito dei quattro eventi sarà possibile degustare, oltre a quelle presenti alla manifestazione, le birre Old Castle e St.Mary del birrificio B1080 di Battipaglia (Sa).


BIRRIFICI PRESENTI _________________________________________
Campania
Birrificio Sorrento – Sorrento (Na)
Il Chiostro – Nocera Inferiore (Sa)
Karma – Alvignano (Ce)
Maneba – Striano (Na)
Medatus – Vitulano (Bn)
Saint Jonh’s bier – Faicchio (Bn)
Lazio
Birra del Borgo – Borgorose (Ri)
Birrificio Turan – Montefiascone (Vt)
LE BIRRE IN DEGUSTAZIONE ________________________________________
Syrentum (Birrificio Sorrento): Saison 5,5% Vol, Chiara con note agrumate dovute all’uso di bucce fresche di Limone di Sorrento IGP.
Gold Ale (Il Chiostro): Ale 5,5% Vol. Chiara con lieviti Lager usati però a temperature tipiche dell’alta fermentazione.
Irish Ale (Il Chiostro): Ale 6,5% Vol. si ispira alle tipiche rosse irlandesi, corpo medio, luppolatura presente ma che non prevale sul dolce del malto.
Carminia (Karma): India Pale Ale 4,6% Vol. Ambrata molto luppolata in amaro e in aroma, grazie all’utilizzo intenso di cinque differenti tipi di luppolo provenienti da Europa e America.
Marylin (Karma): Birra chiara 5%Vol, corpo leggero dai morbidi sentori del malto e dalle note erbacee e floreali.
Oro di Napoli (Maneba): Blond Ale 4,8%Vol Chiara amara, fresca e dissetante.
Vesuvia (Maneba): Ale Belga 7,2% Vol. Ambrata con una leggera nota di coriandolo.
286 Gold (Medatus): Belgian Speciality Ale 5,1% Vol Chiara fruttata dove le note del luppolo sono bilanciate dal dolce del malto.
303 Red (Medatus): Belgian Strong Ale 7,2% Vol Ambrato scuro il dolce e il malto iniziali vengono via via sostituiti dal leggero amaro del Luppolo.
Marzen (Saint Jonh’s bier): Marzen 5,2% Vol. Ambrata ispirata all’omonimo stile tedesco dove il caramello del malto la fa da padrone. L’unica a Birra Felix prodotta a bassa fermentazione.
Kolsh (Saint Jonh’s bier): Kolsh 5%Vol chiara in tipico di stile di Colonia beverina e fruttata.
Dark Ale (Saint Jonh’s bier): Strong Ale 7,5% Vol. scura ottenuta da un lievito molto caratterizzante, che le conferisce sentori di  frutta secca, e da malti tostati. Birra di buon corpo con sentori speziati e tostati.
Sfumatura (Turan): Imperial Stout 7,2% Vol. colore nero caratterizzato da aromi di malto torrefatto e da fini note affumicate, seguite da frutta secca, in particolare nocciola tostata.
Ultrasonica (Turan):  Ale 6,6% Vol. dorata e ultralluppolata
Sonica (Turan): Ale 4,9% Vol.  chiara con sensazioni di pompelmo, una ale fruttata,  con amaro prevalente rispetto alle sensazioni dolci.
Oops (Turan):Chiara 5,5% Vol. in bocca è evidente una marcata luppolatura che snellisce e accompagna costantemente le note del cardamomo. Il corpo è esile e  il retrogusto è dominato dalla speziatura.
Quinta (Turan): Saison 5,6% Vol  con miele della Tuscia.
Re Ale (Birra del Borgo): American Pale Ale 6,4% Vol. Ambrata ispirata alle India Pale Ale ma con una maggior luppolatura utilizzando luppoli americani. Bassa carbonazione, buon corpo e finale amro intenso e persistente.
Duchessa (Birra del Borgo):Saison 6,2% Vol Chiara prodotta con il farro coltivato nel parco regionale della Duchessa che le conferisce lieve acidità. I luppoli donano al naso sentori fruttati e floreali.
CONVENZIONI B&B _________________________________________
Sorrento Blu Rooms – tel. 0818071951
La Magnolia – 0818773560
B&bè – tel. 3394102521
In occasione  di Birra Felix, queste strutture applicheranno una tariffa speciale di 50,00 euro per la camera doppia.
CONVENZIONI HOTELS ________________________________________
Grazie ad un accordo con Federalberghi, dal 10 al 12 dicembre è possibile prenotare una camera in un hotel di Sorrento a 3 e 4 stelle, al costo rispettivamente, di 35 e 50 euro a persona. Informazioni allo 0818773333

  • Complimenti agli organizzatori di quella,che si prevede,una grande e bella manifestazione e sul lato enogastronomico che su quello culturale: come non partecipare ad un evento così?

  • Pingback: Al via a Sorrento “Birra Felix”, le giornate delle birre artigianali - Mezzogiorno&Dintorni()

  • Egregio Dr. D’Alise.
    Complimenti per l’iniziativa, è stato molto intrigante l’accostamento della birra artigianale con l’olio DOP.
    Che ne diresti di valutare per una prossima occasione sotto la guida di Gennaro Esposito l’accoppiamento tra birra artigianale e qualche panino vecchia tradizione; tipo melenzane sottolio o soffritto ecc.
    Mi piacerebbe poter sperimentare per i birrifici artigianali della provincia di Napoli (per restare nella territorialità) la coltivazioni di antichi ceppi di cereali nell’appezzamento comunale della Regina Giovanna.

    • Redazione

      Caro Capitano
      grazie per i complimenti. Mi sembra un’idea sulla quale ragionarci. Vediamoci appena terminata la manifestazione per lavorare su questo progetto. A presto

  • Vincenzo attanasio

    Troppo 2euro per gustare (si fa per dire) un bicchiere di birra ( di plastica, orribile e molto piccolo). Era meglio comprare una bottiglia e bersela tutta.Per non parlare dei 4 euro spesi per assaggiare un piatto salato (anche questo molto piccolo. Coraggio si pio’ far di meglio.

    • Redazione

      Come vede non censuriamo alcun commento. Solo per chiarire: il costo di una bottiglia di birra artigianale non è certo di 2 euro! E definire caro un piatto da 4 euro composto da prodotti di eccellenza come il provolone del monaco dop, la porchetta, il pane di forno a legna con olio extravergine di oliva dop, mi sembra quantomeno ingeneroso! Sul fatto di poter far di meglio, siamo alla prima edizione, cresceremo anche con il contributo di quanti come lei esprimeranno i propri giudizi.

  • Mi è dispiaciuto molto non poter essere presente (causa annullamento volo Lufthansa da Malpensa) al convegno di venerdì mattina con Gennaro Esposito e gli altri autorevoli relatori. Un primo bilancio su questo “numero zero” di Birra Felix mi sembra di poterlo inquadrare in modo positivo. Gli eventi hanno avuto successo. I miei laboratori (assistito alla grande da Gianluca Polini e da efficientissimi sommeliers)hanno avuto grande successo, la cotta in diretta ha catturato homebrewers principianti o più sperimentati e il corso di spillatura ha coinvolto, divertito ed istruito una folla di appassionati. Il livello delle birre è stato medio-alto tenendo conto dell’inevitabile livello disomogeneo per la presenza di birrai nuovissimi e di altri già molto esperti con la punta di Leonardo Di Vincenzo, noto a livello mondiale e prossimo all’apertura di un birrifio a Manhattan sulla terrazza di un grattacielo nella Quinta Strada.
    Sui prezzi delle birre e dei piatti non metto lingua ma ringrazio, a nome degli appassionati organizzatori, tutti coloro che costruttivamente sottolineano ed evidenziano ciò che sia necessario correggere.

    • Redazione

      Grazie a Lorenzo Dabove per la sua presenza, che ha qualificato questa prima edizione e per i suoi preziosissimi consigli.
      Invitiamo tutti coloro che hanno partecipato a Birra Felix ad utilizzare questo spazio per esprimere commenti e opinioni.
      Terremo conto, statene certi, di ogni singolo giudizio.

Iscriviti alla nostra newsletter


Non ti invieremo spam e non comunicheremo i tuoi dati a terzi