Poco più di cinque milioni di abitanti, meno della sola Rio de Janeiro. Città di poche centinaia di anime, paesini che spuntano dietro la curva di una stradina, isole selvagge ed inaccessibili.
Petrolio, acqua e pescato sono le grandi risorse della Norvegia. Poi è arrivato il turismo, grazie ad un territorio fatto di fiordi, laghi, ghiacciai, cascate e montagne.
Qui, anche un invidiabile primato: il paese più felice al mondo, secondo il World Happiness Report.
E poi il fascino della sua storia.
Dalla Sicilia alle Canarie e, forse, fino alle Americhe, le rotte degli antichi vichinghi restano un grande capitolo nella storia della navigazione di tutti i tempi.
Mitici, come la letteratura di queste latitudini popolata da troll, folletti e huldrer, le sirene dei boschi dalla coda di vacca.
Che, avvolto dal silenzio di questi luoghi, giureresti di averli visti davvero.
Chissà

Luigi D'Alise

Giornalista professionista: scrivo, parlo, formo e informo per l'Ago Press. Slownauta apprendista: scatto, filmo, viaggio e assaggio per Slow Sud.

Iscriviti alla nostra newsletter


Non ti invieremo spam e non comunicheremo i tuoi dati a terzi