Mercoledì 15 novembre, alle ore 21.00, presso il Teatro delle Arti di Salerno

Bullismo, parlarne ai ragazzi si può. Mercoledì 15 novembre, alle ore 21.00, presso il Teatro delle Arti di Salerno, si terrà “Cella Zero”, spettacolo tratto da una storia vera organizzato da Arcoscenico Teatro con la regia di Vincenzo Borrelli. l’evento sarà preceduto, a partire dalle ore 19.00, dall’incontro-dibattito “Le maschere della violenza”:
La “Cella Zero”, opera ispirata alla storia vera di Pietro Ioia, da un’idea di Antonio Mocciola, lo spettacolo, diventa un viaggio nell’incubo di un ragazzo napoletano che invecchia in carcere e ne esce dopo ventidue anni, trovando la forza di raccontare le ingiustizie subite. La storia non lascia scampo, serrata e spietata “La cella zero” diventa presto per lo spettatore un inferno di parole e gesti, fino allo spiraglio di luce finale.
Oggi Pietro Ioia è il presidente dell’associazione ex detenuti di Poggioreale, ed è attivissimo nella difesa di chi è ancora tra le mura del carcere e grazie al suo attivismo la cella zero non esiste più. L’adattamento e la regia di Vincenzo Borrelli creano un testo di forte impatto senza momenti di pausa, la scenografia si muove continuamente i protagonisti si muovono ora in perfetta luce, ora in zone d’ombra, dove il pubblico non può capire cosa fanno, ma come spesso accade in teatro ciò che è lasciato all’immaginazione dello spettatore è più terrificante, più difficile da digerir

Iscriviti alla nostra newsletter


Non ti invieremo spam e non comunicheremo i tuoi dati a terzi